COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE E DEL CONSIGLIO DELLA SOCIETA’

Cari giocatori, allenatori, accompagnatori, addetti ed amici,

A causa del nuovo DPCM del 24/10/2020 la nostra attività sportiva subisce un’ulteriore significativa battuta di arresto.

Le nuove linee guida, focalizzate al contenimento del contagio a seguito della significativa impennata dei nuovi casi di positività su tutto il territorio nazionale e anche nelle nostre aree, ci impongono di sospendere le attività di contatto per tutte le categorie, limitando significativamente anche l’uso degli spazi serventi quali spogliatoi, palestre e club house.

Si ritorna quindi alla medesima condizione della scorsa primavera dove le attività potevano essere svolte in maniera individuale e con distanziamento, con la sanificazione dei palloni e con il limitato e sconsigliato accesso agli spogliatoi, dove sarebbe opportuno ovviamente evitare qualsiasi assembramento.

Non ci aiuta inoltre la confusione che ulteriori circolari normative di carattere nazionale, uscite a valle del DPCM  ed in corso di verifica, creano a Noi per poter procedere in sicurezza e in tutela, in quanto sembrano in realtà sospesi anche gli allenamenti come sopra descritti.

Come dirigenti, e in molti casi anche famigliari ed allenatori direttamente coinvolti nelle attività, la scorsa primavera abbiamo preso una coraggiosa decisione che ci portò ad essere tra i primi a riaprire le attività, quando ancora molti sport e società erano comprensibilmente confusi e disorientati dalla velocità con cui venivano emanati e diffusi i protocolli dagli organi competenti.

Anche questa volta ci assumiamo tempestivamente le nostre responsabilità valutando con attenzione le scelte e osservando attentamente le diverse condizioni al contorno.

Per questo motivo abbiamo deciso di sospendere tutte le attività, di ogni categoria, almeno fino alla scadenza del DPCM in corso, ovvero fino al 24 di novembre.

Questa difficile decisione, che speriamo possa essere rivista quanto prima sulla base di nuove linee guida nazionali e regionali, riteniamo sia la più coerente possibile con la situazione odierna presentataci, sia sanitaria, visto l’aumento dei numeri di contagi e dei continui allarmi dovuti ai normali malanni stagionali, sia sportiva, considerando che le possibili date di inizio dei campionati sono già state rimandate oltre le prime settimane del 2021.

Essere coerenti significa non avere la presunzione di mettere il nostro sport, per quanto fondamentale e importante, soprattutto per i più giovani, davanti a questioni legate alla scuola, al lavoro e alla salute.

Il comparto scolastico e quello lavorativo hanno infatti già subito importanti restrizioni, ed i rischi di comprometterli ulteriormente con eventuali contagi interni tra i nostri giocatori ed addetti ci sembrano quanto mai inopportuni, oltre che in questo momento particolarmente elevati.

Possiamo, come individui, essere d’accordo o meno con le misure adottate, ma come Società Sportiva, presente sul territorio e socialmente impegnata per la diffusione anche di valori etici, non vogliamo minimamente ostacolare i provvedimenti messi in atto finalizzati a riportare la curva dei contagi sotto la soglia di attenzione.

Come Rugby Alpago ci siamo fino ad ora infatti impegnati moltissimo per rispettare in maniera trasparente e puntuale i protocolli imposti, dando fondo a tutte le nostre energie ed a molte risorse, sia umane che economiche.

Siamo quindi consapevoli che non si possono imputare a Noi e soprattutto al Nostro bellissimo sport le disattenzioni che potrebbero aver contribuito a questa nuova ondata di contagi.

Siamo altrettanto coscienti però che in questo momento sia nell’interesse di tutti provare un attimo a rallentare e permettere che la situazione ritorni quanto prima ad un livello accettabile che ci consenta di riprendere le normali attività senza dannose e stressanti pressioni su di Noi, sui nostri atleti e sugli indispensabili collaboratori volontari.

Speriamo che questa difficile decisione venga correttamente interpretata come fin qui spiegata e motivata dalle nostre parole.

Saremo felici di riavviare i nostri abituali impegni, o comunque a far ripartire gli allenamenti nelle modalità previste dal protocollo FIR e dal DPCM in corso e dai sui futuri aggiornamenti, non appena il contesto generale sarà più definito e chiaro, augurandoci ovviamente che la situazione sanitaria nel frattempo migliori.

Raccomandiamo quindi ai nostri tesserati di rispettare nell’interesse di tutti le ormai note regole necessarie per contenere il contagio invitando i nostri atleti a svolgere nelle prossime settimane in autonomia le attività sportive individuali condivise con i propri tecnici di riferimento.

 

Grazie.

 

Il Presidente ed il Consiglio tutto

          Rugby Alpago ASD

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>