Minirugby: i gironi del XXII Torneo Alpago – XVII Memorial Simone Bortoluzzi

Pubblichiamo i gironi delle categorie Under 8, Under 10 e Under 12 del
XX Torneo Alpago – XVII Memorial Simone Bortoluzzi.

Under 8

GIRONE 1 GIRONE 2 GIRONE 3 GIRONE 4
Alpago Roccia Santo Stefano A Villorba A Lions Mogliano
Silea Villorba B Piave Conegliano
Valdobbiadene Belluno Roccia Santo Stefano B Paese
Nuova Roma Leonorso Udine Junior Mirano

Under 10

GIRONE 1 GIRONE 2 GIRONE 3 GIRONE 4
Alpago Petrarca Villorba A Lions Mogliano
Silea Villorba B Piave Leonorso Udine B
Valdobbiadene Belluno Roccia Santo Stefano Conegliano
Nuova Roma Leonorso Udine A Junior Mirano Paese

Under 12

GIRONE 1 GIRONE 2 GIRONE 3 GIRONE 4
Alpago Petrarca Villorba A Lions Mogliano
Silea Villorba B Piave Checco l’Ovetto
Valdobbiadene Belluno Roccia Santo Stefano Conegliano
Nuova Roma Leonorso Udine Junior Mirano Paese

Nei sottostanti file Pdf potete trovare e stampare, oltre ai gironi, gli orari delle partite e della pausa pranzo, e gli accoppiamenti per le fasi finali del torneo.
Gironi Rugby Under 8
Gironi Rugby Under 10
Gironi Rugby Under 12

 

Minirugby: ottima figura dei piccoli gialloverdi a Paese.

Buoni risultati e buonissime prestazioni per l’Alpago al 31° “Gianni Visentin”. Solo in finale l’Under 10 è costretta alla resa, mentre le altre fanno vedere dei bei progressi complessivi.

27.05.2012.


Paese che vai…il “Gianni Visentin” è ormai per noi un appuntamento fisso di maggio, prima di chiudere come da tradizione al nostro “Simone Bortoluzzi” (domenica 3 giugno, a Puos d’Alpago). Un torneo che vede impegnate alcune delle migliori realtà venete e non solo, con l’ormai presenza fissa dei toscani del Gispi Prato e le saltuarie presenze di alcune compagini straniere.  Nonostante le previsioni il meteo tra l’altro si è dimostrato più che clemente, quindi ne è venuta fuori una bella giornata di rugby e divertimento.

Quanto al risultato sportivo, la copertina se la merita l’Under 10 di Vanni Guglielmo, Riccardo Sitran e Stefano D’Incà. I draghetti non ci pensano nemmeno a farsi intimidire da un girone con Benetton, Villorba e Casale, girone che si aggiudicano vincendo tutte e tre le sfide. In semifinale se la devono vedere con i padroni di casa del Paese A, una delle squadre più temute: ne viene fuori una sfida all’ultimo placcaggio, con i gialloverdi che si guadagnano il pass per la finalissima vincendo 2-1 all’ultima azione, al termine di un match davvero molto intenso. Niente da fare invece in finale, dove la maggior organizzazione e reattività del Gispi Prato permettono ai toscani di aggiudicarsi il torneo. Il secondo posto finale è in ogni caso da considerarsi un ottimo risultato, vista la concorrenza e visto ciò che si è fatto vedere in campo.

Degno di nota anche il torneo dell’Under 12. Pur in formazione ridotta all’osso (nessun cambio a disposizione) l’Alpago mostra buone qualità ed arriva ad un passo dalla semifinale, cogliendo nel girone iniziale anche un ottimo pareggio con chi dopo vincerà il torneo, i gallesi del Pontypool. Arriveranno a metà classifica, con un pizzico di rammarico ma con la consapevolezza di essersela giocata con tutti sul filo del rasoio.

Discorso analogo per l’Under 8: anche i piccolini finiranno a metà classifica, ritrovandosi già al mattino nel “girone di ferro” con Paese A, Tarvisium e Piave. I draghetti gialloverdi però se la sono giocata con tutti alla pari. Anzi, cedere di una sola meta con Paese e Tarvisium fino a qualche mese fa sarebbe stato difficile da ipotizzare. La soddisfazione maggiore arriva però dai “piccoli tra i piccoli”, perchè anche i più giovani della squadra hanno fatto vedere voglia e grinta, arrivando a placcare in qualche occasione avversari molto più cresciuti.

Una curiosità, a testimonianza del valore e dell’equilibrio tra le squadre in campo, le tre finalissime di categoria sono state giocate da sei società diverse (in grassetto i vincitori): Benetton - Conegliano nell’Under 8, Prato - Alpago nella 10 e Pontypool - Villorba nella 12.

E domenica tocca a noi. A Puos, al Comunità Montana, con il “Simone Bortoluzzi” che come da tradizione chiuderà la stagione

Gita/torneo a Livorno: certe esperienze servono sempre.


Discorso a margine della gita/torneo.

“…e noi il prossimo anno ce ne andiamo a Pisa” avrà sicuramente pensato qualcuno scherzosamente. Perchè è bene chiarire subito che il torneo fuori porta quest’anno non è andato bene come nei 5 anni precedenti. Perchè se all’Isola d’Elba, Firenze, Noceto, Milano e Parma tutto o quasi era filato liscio, stavolta no.
Amen, succede, e serve per il futuro.

Quello che da fastidio è che gli imprevisti esistono e ci stanno, ma quando si scopre qualcosa di poco chiaro non va più bene. Anche perchè ci si porta dietro famiglie e bambini, alcuni dei quali ancora neanche vanno alle elementari.
Il che si traduce in un concetto semplice: se ti accordi per un dormitorio ad un determinato prezzo a determinate condizioni, quello dev’essere. Se mi dici che ci sono lenzuola e coperte, devono esserci. Altrimenti mi dici “Portati un sacco a pelo” e sta pur tranquillo che per una notte ci si adatta, o si cerca una soluzione alternativa. Magari mi porto dietro anche qualcosa per pulire i bagni….
Invece arriviamo in questo santuario, in questa foresteria (perchè di questo infine si tratta), dove il frate ci dice appunto quanto costa il tutto, come funziona e perchè.

Insomma, ad andare sulla fiducia a volte si prendono dei granchi. Buono a sapersi. E con la polemica ci fermiamo qui, perchè va detto che per tutto il resto la società Livorno ci ha trattato bene, compreso quando forse avrebbero voluto buttarci fuori dal club ad una certa ora del sabato e invece hanno atteso pazientemente che ce ne andassimo da soli.

La cronaca dei due giorni.

Partenza alle 5. Per qualcuno è un mezzo trauma, altri non hanno proprio dormito, le faccie di quelli che salgono nelle corriere non sono proprio dell più fresche.. Partenza, tappa in autogrill, arriviamo a Livorno e montiamo la cucina da campo nel prato di fianco allo stadio. Al solito è una mezza sagra paesana: pastin, salame, “rosticini”…quando si va in giro noi è difficile morire di fame. Molto difficile.
Ci sarebbero in programma la tappetta in spiaggia e il giretto per la città, ma dato che il tempo è molto incerto decidiamo di rimanere al campo, che ai bambini – probabilmente – va anche meglio così. Ad una certa ora andiamo comunque a farci un giro sul lungo mare, ed ecco che giustamente inizia a piovere…..quel tanto che basta a farci risalire in corriera e prendere per un giro turistico delle zone panoramiche intorno a Livorno (perchè nel frattempo, con noi in corriera, è spuntato il sole), e per andare al santuario del Montenero (di cui si è ampiamente parlato sopra).

Alla sera tocca all’Under 14 giocare, dopodichè mangiamo alla club house del Livorno e torniamo al santuario a dormire – chi più chi meno.

Alla domenica tocca ai ragazzini del minirugby giocare, con la pioggia che ancora una volta non ci risparmia…

Il torneo “Gente di Mare – Memorial Elia Maiorano”.

L’Under 14 ha giocato al sabato tardo pomeriggio. In formazione piuttosto rimaneggiata ha ceduto in tutte e tre le partite. Lottando comunque bene, va detto, considerando anche le 5 ore e passa di corriera affrontate la mattina. Da dire anche che Rugby Livorno, Etruschi Livorno e Rufus San Vincenzo sono proprio tre belle squadrette.

 

Meglio è andata la domenica ai ragazzini, pioggia a parte. Tutte e tre le categorie si posizionano più o meno a metà classifica, al sesto posto Under 12 e Under 10, al quarto l’Under 8. Ci siamo confrontati anche con realtà dal nome forse non molto altisonante, ma molto ben attrezzate in termini di gioco e determinazione, su tutte il Rugby Livorno, i Cavalieri ed il Gispi Prato, il Recco ed il Parma.
Siamo stati d’accordo anche nel proseguire ad oltranza la mattina prima di lavarci ed andare a mangiare, invece che rispettare il programma di giocare semifinali e finali al pomeriggio, scelta dovuta al maltempo. I ragazzini avrebbero preso pioggia per niente.

E’ stata un’esperienza positiva.
Confrontarsi con altre realtà, invece delle solite qui intorno, per quanto importanti, fa sempre bene. E fa bene anche ai ragazzini stare insieme due giorni, quello che si dice “fare gruppo”, anche se le condizioni quest’anno non sono state ideali.

E, ne siamo convinti, al di la di quello che si dice subito, a caldo, non saranno le condizioni sfavorevoli che abbiamo trovato questa volta a porre fine all’annuale gita/torneo in giro per l’Italia.

7 Luglio Tappa ufficiale campionato Italiano BeachRugby – 8 Luglio torneo Open

Anche quest’anno la società rugby Alpago è lieta di proporre il Rugby Beach giocato tra la cornice unica delle montagne della nostra conca.

Il 7 Luglio sulle rive del lago di S,Croce, nella beach arena, si svolgerà la Tappa ufficiale del campionato italiano di Rugby Beach. La consueta formula prevede la partecipazione di 10 squadre che si contenderanno la tappa valida per la classifica beach nazionale.

A fondo articolo trovate la modulistica scaricabile anche dal sito della L.i.b.r. per l’iscrizione alla tappa.

Per quanto riguarda l’aspetto extra rugbystico la formula prevede per le squadre hospitality all-inclusive con iscrizione, festa pre-tournment venerdi sera, un pernottamento in camping, pasto completo, terzo tempo, premi e magliette ricordo. Ovviamente siamo in grado di ospitare anche amici, fidanzate e supporters con formule dedicate.

Domenica 8 Luglio sulla sabbia del lago si daranno invece sfida nel Torneo Open, giocatori e simpatizzanti del RugbyBeach in un’appassionante giornata all’insegna del divertimento.

Vi aspettiamo numerosi anche quest’anno.

 

 

LIBR 2012 – Modulo IscrizioneTappa 2012 – agg.20-01-12

LIBR 2012 – Modulo IscrizioneTappa 2012 – agg.20-01-12 PDF

LIBR 2012 – Modello B Elenco Giocatori 2012

LIBR 2012 – Modello Cessione Diritti di Immagine Giocatore 2012 PDF

INDIRIZZI DOVE POTER INVIARE LE ISCRIZIONI

teo_sit@yahoo.it   &   alpagorugbybeach@gmail.com

 

Incontro con i genitori

La società Rugby Alpago ha organizzato per mercoledì 16/05/2012  alle ore 20:30 presso la propria club house un incontro formativo rivolto ai genitori delle squadre U 6 – U8 – U 10 – U 12 – U14 – U 16 – U18.

Nella serata verranno trattati vari temi riguardanti la formazione e l’atteggiamento motorio dei ragazzi nell’attività sportiva e in quella che è la quotidianità. In  particolare la scaletta prevede una serie di argomenti volti ad illustrare ai genitori attività e atteggiamenti per migliorare il rapporto con l’attività fisica.

gli argomenti trattati saranno:

  • LA MIGLIOR PREPARAZIONE “INIZIA A CASA”;
  • POSTURA DELL’ATLETA;
  • ATTEGGIAMENTI CORRETTI in ogni occasione;
  • EFFETTI COLLATERALI di atteggiamenti scorretti;
  • ACCORGIMENTI ,SUGGERIMENTI, CONSIGLI ed ESERCIZI ;
  • EVENTUALE DIBATTITO E DOMANDE.

I relatori di questa serata saranno

FABIO COLBERTALDO (responsabile della preparazione atletica degli atleti del Rugby Alpago)

ALDO ACETO (allenatore prima squadra)

Dato l’alto interesse degli argomenti trattati speriamo di vedervi numerosi al club

Il Presidente Filippo Sitran